N.°450

REGIO DECRETO col quale è istituito un Circolo d'Assisie nel Distretto della Corte d'Appello d'Aquila, ed un Tribunale di Circondario in Sulmona, e sono fatte alcune modificazioni riguardo alla circoscrizione della Giudicature mandamentali delle Provincie Napolitane.

9 febbraio 1862


VITTORIO EMANUELE II

PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTÀ DELLA NAZIONE

RE D'ITALIA

 

Visto il Nostro Decreto del 20 novembre 1861, n.° 329, col quale in esecuzione della legge del 17 febbraio stesso anno venne stabilita la nuova circoscrizione giudiziaria delle Provincie Napolitane;

Visto l'art. 5 della legge 19 scorso gennaio, n.° 420, col quale venne data podestà al Governo di modificare con Decreti Reali la detta circoscrizione;

Ritenuto anche che nella tabella A annessa al mentovato Nostro Decreto del 20 novembre 1861 sarebbero incorsi alcuni errori materiali che importa di correggere;

Sulla proposizione del Nostro Guardasigilli Ministro di Grazia e Giustizia e de' Culti;

Abbiamo decretato e decretiamo:

 

Art. 1

È instituito nel Distretto della Corte d'Appello d'Aquila un Circolo d'Assise, il quale avrà per Capo-luogo la città di Chieti, e comprenderà nella sua giurisdizione il territorio dipendente dal Tribunale di Circondario della stessa città.

 

Art. 2

È pure istituito nel Distretto della stessa Corte d'Appello un Tribunale di Circondario in Sulmona, la cui giurisdizione comprenderà il territorio dell'attual Circondario amministrativo di detta città.

 

Art. 3

I Comuni di S. Eufenia e di Bianco continueranno ad essere Capo-luoghi dei Mandamenti che nella tabella A annessa al precitato Nostro Decreto del 20 novembre  p.p. sono segnati rispettivamente coi nomi di Pedavoli nel Tribunale di Circondario di Reggio, e di S. Luca nel Tribunale di Circondario di Gerace.

 

Art. 4

Nell'elenco dei Mandamenti dipendenti dal Tribunale di Circondario di Vallo deve annoverarsi anche quello di Pisciotta (popolazione 11349) che in detta tabella si trova omesso.

Ordiniamo che il presente Decreto, munito del Sigillo dello Stato, sia inserito nella raccolta ufficiale delle leggi e dei decreti del Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

Dato a Torino addì 9 febbraio 1862.

 

 

VITTORIO EMANUELE

 

Registrato alla corte dei conti addì 15 febbraio 1862,

Reg.° 19 Atti del Governo a c. 55. Wehrlin.

Luogo del Sigillo. V. Il Guardasigilli MIGLIETTI.